Editoriale di AudioReview 349

Cari lettori…

AudioReview 349

AudioReview 349, gennaio 2014

Avrei preferito salutare l’inizio di questo nuovo anno annunciando l’avvenuto passaggio di gestione delle pubblicazioni, che darebbe al nostro gruppo di lavoro, AudioVideoTeam, l’autonomia necessaria per il lancio di nuove iniziative a supporto della rivista e dell’audio in generale, ma questo non è avvenuto ed evito, quindi, di annoiare con questioni di natura burocratica per passare a qualcosa di più sostanzioso, relativo ai contenuti della nostra amata rivista. Come sempre abbiamo cercato di trattare un’ampia varietà di temi affinché ciascuno possa trovare argomenti di proprio interesse (così spero, altrimenti scriveteci!). Grande spazio, questo mese, è dedicato al tema dell’ascolto in cuffia, con le recensioni di 8 modelli di fascia media e le valutazioni di un “panel” di ragazzi dai 13 ai 16 anni, per verificare se i loro gusti convergono con quelli della nostra redazione.

Di particolare interesse per le nuove generazioni (e non solo) la prova, ora completa di misure di laboratorio, dell’amplificatore integrato NAD D 3020, un apparecchio ponte tra l’audio hi-fi classico e i più attuali modi di ascoltare la musica, tramite smartphone, tablet, computer e player audio di ogni sorta. Se pensate che l’uso di tali apparecchi non sia degno dell’appellativo di “alta fedeltà”, allora leggete la prova dell’Astell&Kern AK120 (pag. 37), le cui prestazioni non hanno nulla da invidiare alle unità DAC dei più blasonati marchi hi-end. Se però inorridite di fronte al suo prezzo “hi-end”, allora godetevi la prova dell’Asus Xonar Essence STU, lo “Spendibene” di questo mese, e poi andate ad ascoltarlo in qualche negozio serio (ossia di quelli che permettono di farlo) e riconoscetegli il giusto tributo per il servizio.

Se invece amate il suono delle elettroniche a valvole (come non essere d’accordo?) sarete interessati a scoprire l’Unison Research SH, un amplificatore per cuffie con stadi d’ingresso e d’uscita a valvole interamente costruito in Italia. A proposito di prodotti italiani, a pagina 78 trovate la prova del sistema di altoparlanti Certaldo, del costruttore toscano Rosso Fiorentino; secondo il recensore Gian Piero Matarazzo, “sta scalando velocemente la classifica dei migliori diffusori da pavimento della sua fascia di prezzo”. La rassegna dei prodotti italiani in prova comprende anche il preamplificatore milanese EAM Lab HP 01, l’elegante sistema da scrivania Nika e Audioamp della siciliana Audel e quel capolavoro della tecnica e del design che sono i diffusori Aptica di Albedo, finalmente sottoposti ad un completo set di misure.

L’impianto del mese è composto dall’accoppiata Quad Elite e 12L Classic insieme al Wadia 121, DAC di comprovata affidabilità.
Se invece vi chiedete che senso abbia oggi investire in un lettore CD di alta gamma, dovete leggere quanto afferma Marco Cicogna, che ha confrontato in numerose dimostrazioni pubbliche il suono dell’Audio Research CD 9 Reference con sorgenti di ogni altro tipo.
Chi ha nostalgia degli apparecchi di altri tempi sarà lieto di apprendere con quanta dedizione Mario Garavaglia si dedica al recupero dei sistemi di altoparlanti Audiopro A4/14 e dei subwoofer B2/50 dello stesso costruttore. E non di meno apprezzerà il servizio di G.M. Binari sulle “vecchie glorie” al Vintage HiFi Show di Roma.

Dal passato al futuro: Michelangelo Guarise, sommo esperto italiano di embedded PC Raspberry PI, presenta succose novità come il suo software Volumio ed i DAC collegati via i2s per saltare Bus Ethernet e USB!
Sempre in tema di audio&computer, Roberto Pallocchia illustra i principali plug-in per Foobar2000. Se poi siete interessati alla produzione e post produzione di contenuti audio, non perdete la recensione di Stefano Isola sul software Nuendo 6 e il relativo Extension Kit.
Per quanto riguarda AUDIOcostruzione ed AudioCarStereo, rimando alle rispettive sezioni introdotte dagli editoriali di G.P. Matarazzo (pag. 120) e di Rocco Patriarca (pag. 136); così come Federico Guglielmi introduce la consueta ampia sezione delle novità musicali (pag. 161). Ma di musica e recensioni si parla anche in altre parti della rivista, come in Audiophile Alerts (pag. 96), con le produzioni di Classica in Blu-ray Pure Audio e Hi-Res, e nella sezione CD da ascoltare in viaggio (pag. 158); c’è poi la seconda puntata di “Introduzione a Bach” del prof. Francesco Romani, le interviste ai musicisti della Filarmonica di Berlino e quella a Piero Pelù, che ci parla anche del suo impianto ad alta fedeltà.
È tutto? Certo che no: non dimentichiamo la posta dei lettori, i reportage dal Gran Galà dell’Alta Fedeltà di Padova, dal Milano Hi-Fidelity e dal Labtek Fair 2013; le notizie sui nuovi prodotti, l’articolo tecnico di Vincenzo Landi sull’interfacciamento dell’uscita cuffie e il consueto, gustosissimo, appuntamento con Ilaria Beretta, che ci racconta la passione per l’alta fedeltà dal punto di vista della moglie di un audiofilo.
Insomma, il nuovo anno comincia bene per chi vuole condividere con noi la passione dell’audio a tutto tondo, e con AUDIOreview, finalmente in edicola il 10 del mese.
Mauro Neri

Author: Redazione

Share This Post On

1 Comment

  1. Grazie alla vostra rivista sono soddisfatto del mio impianto stereo😊

    Post a Reply

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *