La passione russa con Temirkanov

Fine stagione in chiave “audiophile” per Santa Cecilia
“La passione russa con Temirkanov”
Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia
giovedì 15 giugno ore 19.30 – venerdì 16 ore 20.30 – sabato 17 ore 18
Yuri Temirkanov dirige Čajkovskij e Rachmaninoff

Roma, Auditorium Parco della Musica 08 06 2017 Stagione di Musica Sinfonica. Orchestra dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia.
Yuri Temirkanov direttore. Julia Fischer violino
©Musacchio & Ianniello

 

Sulle pagine di AUDIOreview ci occupiamo di riproduzione musicale. Ci piace dunque apprezzare nel modo migliore il piacere dell’ascolto di musica nell’ambiente domestico. Tutto questo non avrebbe senso se prima ancora della tecnica, prima dell’impianto e prima della stessa registrazione non esistesse la Musica, quella vera, quella suonata. Non sempre ci è possibile segnalare eventi musicali importanti che abbiamo anche quella facilità ed immediatezza di repertorio da risultare graditi anche agli audiofili. Tuttavia il concerto di chiusura della stagione sinfonica di Santa Cecilia, centrato su pagine brillanti e coinvolgenti di Tchaikovski, ha tutte le carte in regola per proporsi come una chicca immancabile che vi aprirà occhi (ed orecchie) sul vero suono della grande orchestra sinfonica. La direzione è quella di Yuri Temirkanov, una presenza importante e consolidata nei concerti di Santa Cecilia, specialista del repertorio russo e reduce la scorsa settimana di un’altra splendida terna di serate musicali.

Giovedì, venerdì e sabato potremo dunque ascoltare: al primo tempo la “fantasia” orchestrale “Francesca da Rimini”, una pagina che nella drammatica vicenda dei due amanti trae ispirazione per una trattazione orchestrale intensa e passionale. Ampie oasi di lirismo in cui emergono i solisti (celebre e struggente il lungo assolo del clarinetto nel tema d’amore) fanno seguito ad episodi dinamicamente contrastati, il turbinio infernale dipinto in modo efficace dalla sapiente strumentazione di Tchaikovky, sino ad un finale di grande impatto che vi invito ad ascoltare.

Più celebre è la suite dal Lago dei Cigni, ascolteremo infatti una selezione dei principali episodi del famoso balletto. L’autore russo è qui nel suo elemento. Sin dall’introduzione sul tema struggente del cigno (avete presente, quello che inizia con il solo dell’oboe supportato all’arpa), passando per le diverse danze caratteristiche e sino all’apoteosi grandiosa e nobile del finale i temi sono facili ed accattivanti. Sonorità sempre godibili, in cui la bellezza istintiva delle melodie di Tchaikovsky è elaborata nel senso del ritmo del balletto e nella varietà timbrica di una ricca tavolozza strumentale.

Come mancare un simile programma, arricchito peraltro da una pagina di raro ascolto come i 2Tre canti Russi” di Rachmaninov, che vedono la partecipazione del coro dell’Accademia di Santa Cecilia. C’è ancora qualche biglietto disponibile, scegliete voi una delle tre serate …e…buon ascolto.

Marco Cicogna

I concerti di venerdì 16 e sabato 17 saranno registrati a cura di RAI Cultura e trasmessi da RAI 5 il 20 luglio alle ore 21,15. Il concerto di venerdì 16 sarà trasmesso in diretta radiofonica da RAI Radio Tre.

Auditorium Parco della Musica – Sala Santa Cecilia

giovedì 15 giugno ore 19.30 – venerdì 16 ore 20.30 – sabato 17 aprile ore 18

Orchestra e Coro dell’Accademia Nazionale di Santa Cecilia

Yuri Temirkanov direttore

Čajkovskij Francesca da Rimini – Rachmaninoff Tre Canti Russi – Čajkovskij Il lago dei cigni: suite

Biglietti da 19 a 52 Euro

Author: Marco Cicogna

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *