AudioReview, 388 giugno 2017

“Evoluzione nella tradizione” è il titolo di “strillo” sulla copertina di AudioReview numero 388, rivista già in distribuzione da venerdì 16 giugno. Il titolo si riferisce ovviamente ai tre prodotti evidenziati in foto e che sono la cuffia Denon AH-D7200, la testina a bobina mobile Ortofon Quintet Black S e la coppia pre+finale Luxman CL-38uSE e MQ-88uSE. La caratteristica che li accomuna è il fatto di costituire, ciascuno di essi per il proprio marchio e categoria, l’edizione più evoluta e aggiornata di prodotti e di tecnologie già note ed affermate, che i rispettivi costruttori hanno rivisitato in chiave più attuale.

Gli appassionati di cuffie ricorderanno senz’altro la Denon AH-D7000, un componente commercializzato a partire dal 2009 e che si è guadagnato la stima di molti audiofili per l’eccellente qualità della resa musicale e per l’affidabilità della costruzione. A distanza di 8 anni, Denon ha deciso di presentare un nuovo modello, siglato AH-D7200, che costituisce la naturale evoluzione dell’AH-D7000, rispetto alla quale può però usufruire delle tecnologie più recenti e dell’esperienza nel frattempo maturata dal costruttore nipponico, tanto da superare le pestazione del vecchio modello nei suoi stessi punti di forza: musicalità, qualità della costruzione e comfort, ponendosi così al vertice della linea Denon.

Discorsi analoghi valgono anche per la testina a bobina mobile Ortofon Black S, che si colloca a vertice della serie Quintet, e per la coppia pre-finale Luxman, componenti di impostazione trazionale che costituiscono l’apice delle elettroniche più attuali del rinomato marchio giapponese. Gli apparecchi citati sono ovviamente tutti recensiti su questo numero della rivista.

In copertina anche un richiamo al tastierista inglese Rick Wakeman, noto soprattutto per aver fatto parte degli Yes nel periodo d’oro del gruppo, quello di capolavori del rock progressive come “Fragile”, “Close to the Edge” e “Going for the One”, a cui il “Signore delle tastiere” ha contribuito notevolmente. Su AudioReview pubblichiamo l’intervista che ci ha rilasciato in esclusiva in occasione della sua recente visita in Italia.

Di grande rilievo, per gli appassionati di autocostruzione e di amplificazione a valvole in particolare, un articolo con la descrizione dettagliata, completa di misure e ascolto, di un finale dalle prestazioni stratosferiche, superiori a quelle di apparecchi da decine di migliaia di euro, che fa venire la voglia di realizzare in proprio.

Ma gli articoli e le recensioni da leggere nelle quasi 200 pagine della rivista sono ben più numerori e per tutti i gusti. Per una panoramica completa degli articoli si rimanda al sommario di AR 388.

 

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *