AudioReview 395, gennaio-febbraio 2018

AudioReview 395 gennaio-febbraio 2018

Da qualche giorno è in distribuzione nelle edicole il numero 395 di AudioReview, il mensile italiano di riferimento per chi si interessa di musica riprodotta ad alta fedeltà, ovvero di una specifica e vastissima cultura che unisce due forme di arte: la musica e la tecnologia elettroacustica. Come le unisce? Il nucleo centrale della rivista è dedicato alle novità (ma non solo) discografiche, recensite da illustri critici musicali (vi invito a leggere gli articoli di Riccardo Bertoncelli, che già da soli valgono l’acquisto della rivista, ma tenete sott’occhio anche una certa Laura Albergante…). La redazione musicale, guidata da Federico Guglielmi, valuta mensilmente centinaia di nuove produzioni discografiche per sceglierne un po’ meno di cento, ripartite tra classica, jazz, pop e rock, da sottoporre all’attenzione dei lettori. Un lavoro meritevole di attenzione oggi più che mai perché le radio propongono sempre meno musica di qualità e sempre le stesse cose, in modo ossessivo … Il resto della rivista (ma diciamo pure la gran parte) è invece dedicata a recensioni di sistemi e dispositivi per la riproduzione audio.

Ma torniamo al numero 395 di AudioReview, la cui copertina è principalmente dedicata a prodotti di alta qualità a prezzo conveniente. Tra tutti spicca l’amplificatore integrato Yamaha R-N803D, un prodotto costruito con grande sapienza, del quale Fabrizio Montanucci mette in luce degli aspetti molto interessanti e validi al fine della migliore resa musicale ed affidabilità, come solo un vero esperto sa cogliere.

C’è poi il ritorno di un marchio glorioso: NHT (Now Hear This), con un sistema di altoparlanti, il C3, fuori dai soliti schemi, con medio a cupola e woofer in sospensione pneumatica, per una resa musicale molto convincente ed un rapporto qualità/prezzo molto elevato.

In copertina anche un impianto completo realizzato con componenti di costo assolutamente abbordabile. Il sistema base adotta elettroniche BC Acoustique (lettore CD EX612 e amplificatore integrato EX212), e diffusori TAGA Harmony TAV808B; completo di cavi di buona qualità viene offerto a meno di 1.300 euro. A questo si può abbinare il nuovissimo giradischi “made in Italy” New Horizon GD1, che costa 399 euro completo di braccio Project e testina AudioTechnica; ed inserire il tutto nel bel tavolino a 4 ripiani Solidsteel S2-4, anche questo prodotto in Italia e venduto su Amazon a meno di 400 euro!

Certo, si tratta di un primo impianto, un “piccolo grande primo impianto”. Per chi invece cerca il massimo assoluto, allora proponiamo, con giusta evidenza in copertina, il giradischi Technics SL-1000R, un prodotto che abbiamo potuto utilizzare in anteprima mondiale a casa del nostro collaboratore Marco Benedetti (il giradischi è stato presentato l’8 gennaio al CES di Las Vegas), dove lo hanno portato personalmente il progettista Masayuki Shiwa ed il leggendario Tetsuya (Tony) Itani, capo degli ingegneri della Technics. Un’esperienza indimenticabile anche per loro che hanno potuto apprezzare dischi di rara qualità e testine tra le migliori al mondo.

In copertina anche la foto di un innovativo prodotto JBL che si presenta come una specie di collare audio per l’ascolto individuale della musica (ma non solo, perché può essere abbinato al telefono anche via Bluetooth) e costituisce una validissima alternativo alle cuffie, offrendo un’esperienza d’ascolto del tutto straordinaria e gradevolissima, potendo muoversi in ogni ambiente senza l’influenza di questo e senza l’isolamento proprio delle cuffie.

Infine, sempre in copertina, viene strillato un articolo tanto originale quanto incredibile: “come ascoltare un crossover senza realizzarlo!!!” Non è uno scherzo ma pura realtà, lo abbiamo fatto e ce lo spiega Mario Richard in uno dei vari articoli tecnici di questo mese.

Buona lettura e buon ascolto.

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment