Shure SRH1540

shure-srh1540-cuffiaLa SRH1540 di Shure si posiziona tra la 1440 e la 1840, due modelli con i quali condivide il trasduttore al neodimio da 40 mm, ma dai quali si differenzia per l’emissione a “padiglione chiuso”, particolarità
che consente di ascoltare la musica senza creare problemi a chi è vicino, a differenza delle cuffie a “padiglione aperto”, la cui emissione sonora è percepita anche dall’esterno.

Se è vero che le cuffie dedicate all’ascolto in sala d’incisione, messe a punto per i professionisti dell’audio, sono nella maggior parte dei casi a padiglione aperto, quelle a padiglione chiuso sono tipicamente destinate ad un utilizzo casalingo, dove è opportuno mantenere basse le emissioni verso l’esterno, specialmente quando si ascolta a livello elevato, per non recare disturbo a chi ci circonda. Tuttavia esistono
parecchie eccezioni a questa regola non scritta, non mancano infatti cuffie a padiglione chiuso studiate per l’ascolto in sala di registrazione e capaci di fare anche la felicità di molti appassionati audiofili.
Non mi stupisco quindi di trovare un modello di questo tipo in un gruppo dedicato a chi con la musica ci lavora. Diciamo pure che in termini di prestazioni, in particolare di sensibilità, impedenza e peso, la cuffia in prova si inserisce esattamente tra la SRH1440 e la SRH1840, con quest’ultima che costituisce il modello di riferimento al vertice della produzione, offrendo come caratteristica più evidente l’abbinamento dei trasduttori a coppie selezionate per garantire un quid in più in termini di qualità assoluta…

Puoi scaricare l’articolo completo in formato pdf: Shure-SRH1540-ar354

 

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment