Anteprima di AudioForWindows

Riportiamo integralmente tutti gli articoli pubblicati su AUDIOreview a partire dall’ottobre 2001 e relativi al software AFW (AudioForWindow). Questo è stato il primo articolo, l’anteprima, pubblicato su AR n.217.

apertura-AFW

Ce l’abbiamo fatta, siamo riusciti a terminare AUDIO per Windows nei termini annunciati e previa la necessaria fase di “rodaggio” in cui una buona metà della nostra redazione è stata impegnata nei mesi di luglio ed agosto (ma i prodi Angelelli,  Masci e Matarazzo stavano testando le varie “beta” da oltre 2 anni), non senza qualche problema collaterale.

Abbiamo ad esempio scoperto che la maggior parte delle nostre consorti non sopporta che ci si porti il lavoro in spiaggia, né tantomeno il traffico serale di telefonate e messaggistica elettronica che ne consegue… Inutile narrare della sequenza di correzioni dei bachi di programma e di modello (ne abbiamo scovati un paio di secondari anche in quello del carico simmetrico e del doppio reflex sviluppati in precedenza), di aggiornamenti nell’interfaccia utente (in questo caso vige una regola universale: ognuno vorrebbe continuare a lavorare esattamente come faceva prima, quando magari impiegava un programma specifico per ogni aspetto progettuale), di proposte accettate, di ipotesi impraticabili per limiti dei modelli, per assenza di dati o per eccesso di complessità: quel che conta è che il programma è operativo, è affidabile sia in termini di stabilità (ad oggi non abbiamo avuto un solo crash in alcune migliaia di ore di impiego) che di simulazione della realtà acustica (grazie alla ventennale esperienza progettuale di Gian Piero Matarazzo) ed è soprattutto un programma completo. Audio per Windows consente, da solo, di sviluppare un sistema di altoparlanti completo, offrendo una vasta gamma di scelte progettuali tra le quali quelle relative alla geometria del sistema, che interviene notevolmente sulle prestazioni complessive. È a tutt’oggi l’unico programma che “vede” il sistema di riproduzione nel suo complesso, permettendo di simulare strutture miste attive/passive, di inserire le caratteristiche degli amplificatori in tensione od in corrente e quelle di eventuali elaboratori di segnale; se ben impiegato, mette il dilettante “evoluto” in condizioni di controllare e modellare aspetti del progetto sovente trascurati anche da costruttori di grido, così come permette al progettista competente di ridurre il numero di prototipi da allestire. È altresì l’unico programma in grado di calcolare direttamente i possibili allineamenti elettromeccanici per il pilotaggio in pura corrente di un altoparlante dinamico, e la lista delle “singolarità” potrebbe continuare, ma ce n’è una sola che davvero ci interessa: una sola rivista al mondo è stata ad oggi in grado di sviluppare un vero CAD per l’audio ricorrendo alle sole proprie forze, e si chiama AUDIOreview.
Ne siamo moderatamente orgogliosi.
Fabrizio Montanucci

Come già WinCross, AUDIO per Windows rappresenta il sistema di riproduzione nel suo insieme, ovvero in termini di quel che può esistere a valle del preamplificatore (o della sorgente). Qui però possiamo mettere gli altoparlanti in serie od in parallelo, od in configurazioni miste, e lo stesso vale per i crossover passivi, che pure possono essere specificamente calcolati e simulati per operare in serie.

Come già WinCross, AUDIO per Windows rappresenta il sistema di riproduzione nel suo insieme, ovvero in termini di quel che può esistere a valle del preamplificatore (o della sorgente). Qui però possiamo mettere gli altoparlanti in serie od in parallelo, od in configurazioni miste, e lo stesso vale per i crossover passivi, che pure possono essere specificamente calcolati e simulati per operare in serie.

La finestra per il modellamento del carico simmetrico.

La finestra per il modellamento del carico simmetrico.

AUDIO per Windows consente di immettere o rilevare automaticamente i parametri di Thiele e Small, ma anche i 3 parametri descrittivi della componente induttiva non lineare dell’impedenza, che poi sfrutta per costruire curve di impedenza sotto caricamento acustico assolutamente realistiche.

Opzioni per il Pilotaggio in Corrente

Noti i parametri di Thiele e Small, condizione ovviamente richiesta anche dalle opzioni di caricamento acustico, AUDIO per Windows permette di calcolare direttamente gli allineamente elettromeccanici consentiti dall’altoparlante. Di norma, dati di Qm degli altoparlanti usuali, vengono offerte solo opzioni relative ad allineamenti Chebychev, ma se lo smorzamento meccanico intinseco è molto alto sono possibili anche allinemaenti Butterwrth ed addirittura Bessel (ma non in questo caso).

Ccaricamento a sospensione pneumatica

Naturalmente sono stati previsti i caricamenti acustici. Qui è riportata la finestra per il modellamento della sospensione pneumatica.

Caricamento in doppio reflex

La finestra per il modellamento del doppio reflex. In tutte le modalità di carico in cui è presente una sezione di accordo (reflex, carico simmetrico e doppio reflex) è possibile impiegare woofeer passivi.

 

 

da AUDIOreview n.217 ottobre 2001

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment