Editoriale AudioGallery 17

arissimi amici appassionati,
ecco un altro numero di AudioGallery confezionato con grande passione e, ci auguriamo, anche con argomenti interessanti.

Lo speciale digitale di questo numero si segnala, oltre che per la qualità delle elettroniche prescelte e ascoltate per voi, anche per due diversi articoli riguardanti i filtri digitali a firma dei nostri Giulio Salvioni e Paolo Mattei. Argomento dannatamente affascinante quello della conversione dei segnali binari in analogico.

Ancora oggi, debbo confessare, mi rompo la testa a pensare a come potremmo sviluppare ulteriori, nuove modalità di ritorno alla musica dopo averla scomposta in lampi di corrente, affettata in fase di registrazione.

Perché sono convinto che ci sia ancora molto da fare, anzi moltissimo, anche in quest’ambito.

Tutta l’hi-fi è in continuo perfezionamento tecnico ma certo che quanto accaduto con il digitale e con i diffusori ha del miracoloso.

Se penso, solo per fare un esempio, alle prestazioni che si permettono di offrire i piccoli MartinLogan in prova su questo numero (ad un prezzo che è una frazione di quanto occorreva sborsare alcuni lustri or sono per avere suoni più o meno sovrapponibili) mi gira la testa immaginando cosa sarà del digitale fra trent’anni…

Ma anche l’articolo di Fulvio Chiappetta fa pensare non poco.
Perché, ebbene sì, anche l’analogico può essere sempre migliorato avendo le conoscenze per farlo, come dimostra la sua trattazione sull’interfacciamento della testina col preamplificatore.

Chi vivrà vedrà, e soprattutto ascolterà… sperando che a cent’anni l’udito ci assista e ci gratifichi ancora come oggi!

Cari amici, quanto sopra per dire che il nostro settore è così dinamico, attivo e continuamente cangiante sospinto dal vento della passione che, ne sono sicuro, non si affievolirà mai.

Vi invito quindi a leggere con attenzione il frutto del nostro lavoro e a farci sapere, come di consueto, il vostro pensiero in merito.

Rimando tutti al mese di settembre che, tenetevi forte, sarà uno speciale analogico da collezione!

Grazie
Andrea Della Sala

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment