Editoriale AudioReview 428

A scanso di equivoci –

L’editoriale del mese scorso, che – rammento – era dedicato ad alcuni piccoli produttori italiani di apparati audio hi-fi di grande qualità, ha suscitato le rimostranze – secondo quanto riferito da uno degli operatori coinvolti – di alcuni specialisti che ben conoscono ed apprezzano i prodotti di quelle aziende, tanto da proporli nei rispettivi punti vendita.

Dal loro punto di vista, averli definiti piccoli produttori non rende merito alla loro fama e successo commerciale.

Mi spiace che le mie parole abbiano dato adito ad una interpretazione negativa e opposta alle mie intenzioni. Torno quindi sull’argomento per ribadire, a scanso di equivoci, che le aziende citate, per quanto “piccole”, costituiscono delle realtà nazionali di tutto rispetto. Cosa che forse doveva risultare evidente già solo per il fatto di aver scelto i loro componenti per presentarli ai lettori di AUDIOreview. Non a caso nello stesso editoriale precisavo che pur trattandosi di aziende di piccole dimensioni “uniscono una meticolosa cura artigianale – nel senso migliore del termine – ad una realizzazione con standard professionali di alto livello”. In altri termini non sono “cantinari”, come qualcuno si è sentito – a torto – considerato. Si tratta di aziende che meritano il massimo rispetto per la qualità e per l’affidabilità della loro produzione, così come viene riconosciuto in giro per il mondo, dagli USA alla Cina, dalla Germania all’Australia, avendo anche ben presente che laddove si desideri raggiungere la più alta qualità, questa non viene mai dalla produzione di massa ma da piccoli produttori iperspecializzati, e ciò attiene non solo all’audio hi-fi ma ad ogni settore produttivo.

Passando ai contenuti di questo nuovo numero di AUDIOreview, oltre alle consuete prove e recensioni di componenti di varia tipologia – sia per l’audio analogico sia per il digitale – e per tutte le tasche (cito ad esempio la musicalissima cuffia HifiMan HE400i2020, magnetoplanare di alta qualità sotto la soglia dei 200 euro), anche questo mese la nostra rivista è particolarmente ricca di contenuti tecnici, a cominciare dall’articolo dedicato ai “segreti degli altoparlanti”, dove Mattia Cobianchi spiega come valutare gli effetti delle correnti parassite sulle prestazioni degli altoparlanti, e come rendere tali correnti nostre alleate sfruttandole a dovere!

Chi fosse alla ricerca di un sistema operativo studiato per ottenere le migliori prestazioni nella riproduzione audio da computer, troverà di sicuro interesse l’articolo di Giulio Salvioni dedicato ad Audiolinux, nonché e l’annessa intervista a Piero Olmeda, lo sviluppatore del software. Abbiamo inoltre una nuova puntata della serie “Il suono delle misure”, in cui Fabrizio Montanucci affronta il tema della distorsione di “intermodulazione dinamica”, indagata dal notissimo test di TRITIM, descrivendone la genesi, la corretta interpretazione e legando i risultati di laboratorio a quanto sperimentabile in sala d’ascolto.

Di assoluto rilievo, infine, l’approfondita analisi del Bluetooth nell’impiego audio, redatta da Rocco Patriarca, al quale – nota dolente – va l’unanime cordoglio della redazione tutta per il lutto che ha colpito la sua famiglia, con la perdita del papà Manlio, autorevole uomo di cultura, rimpianto dall’intera comunità di Montorio al Vomano.
Mauro Neri

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment