Editoriale AudioReview 436

Fine dell’astinenza

Milano, sabato 16 ottobre, ore 8:30 del mattino. Il sole è già alto e il cielo limpido prospetta una bella giornata. In Via Masaccio, davanti all’Hotel Melià, c’è un grande fermento di persone. Sono soprattutto espositori della mostra Milano Hi-Fidelity, i quali si avviano celermente nelle loro sale, all’interno dell’albergo, per completare gli ultimi preparativi in vista dell’imminente arrivo del pubblico. Alle ore 9 il flusso di gente è già consistente; gli addetti all’ingresso svolgono abbastanza celermente le operazioni di controllo dei Green Pass ed il pubblico può affluire con regolarità.

È cominciata così la 28° edizione della rassegna milanese. Attesissima, dopo la precedente svoltasi nell’ormai lontano autunno del 2019, si è rivelata un autentico successo. Il patron della manifestazione, Stefano Zaini (ma non dimentichiamo il supporto fondamentale della sua consorte, Marina), era davvero festante. E con lui un po’ tutti gli espositori. Lunga e sofferta è stata l’astinenza che, dopo quasi due anni, ha spinto il pubblico a partecipare numeroso all’evento milanese. I dati ufficiali indicano in circa 2500 il numero dei visitatori per la giornata di sabato e circa 1500 quelli di domenica 17 ottobre. Con tutte le sale costantemente piene, nel rispetto dei limiti della capienza massima consentita, davanti alle porte di quelle più ambite si formavano necessariamente code più o meno lunghe di persone in attesa che qualcuno uscisse. Lo stesso accadeva davanti all’ingresso dell’albergo, dove già a metà mattinata del sabato il pubblico aveva formato due file lunghe quasi un centinaio di metri, che si sono protratte fin nel pomeriggio.

Nei fatti è stato questo il principale inconveniente che i visitatori hanno dovuto affrontare. Un disagio che tuttavia ha permesso di tenere sotto controllo il rischio di esporsi al contagio da coronavirus, così come l’adozione delle più elementari norme di sicurezza diventate oramai un’abitudine comune, quali indossare la mascherina ed evitare contatti diretti. All’evento di Milano abbiamo dedicato una dozzina di pagine di questa stessa rivista, riportando come sempre informazioni e foto delle sale e dei prodotti più interessanti in dimostrazione. Al contempo il nostro Rocco Patriarca, incaricato di redigere il servizio, ha anche registrato diversi video che riprendono i responsabili delle singole sale mentre presentano i prodotti in esibizione. Si tratta di parecchie ore di registrato che intendiamo pubblicare sul nostro sito e canale YouTube, appena possibile.

Il successo della manifestazione milanese è stato coronato non solo dalla notevole affluenza del pubblico, all’altezza delle migliori aspettative, ma anche dalla constatazione che, ad oltre una settimana dall’evento, non risultano casi di contagio conseguenti alla sua partecipazione. Una notizia che costituisce il miglior auspicio in vista dell’edizione romana dell’Hi-Fidelity, in programma nei giorni di sabato 27 e domenica 28 novembre prossimi.

Ovviamente non mancheremo all’evento di Roma, così come siamo stati presenti al Melià di Milano, dove abbiamo avuto modo di incontrare tantissimi lettori e di raccogliere spunti, idee ed indicazioni utili su come rendere sempre migliori le nostre amate riviste, AudioReview, ACS AudioCarStereo e AudioGallery, oltre alle immancabili espressioni di gradimento, di sostegno e persino di affetto, dei quali siamo infinitamente grati a tutti voi lettori.

Buona lettura e buon ascolto.

Mauro Neri

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment