VirtualTopAudio 2020

Archiviata la prima fase della clausura forzata, possiamo nei fatti registrare che, per quanto riguarda AUDIOreview, ha comportato tra l’altro la necessità di anticipare a maggio-giugno il classico numero doppio estivo. Pertanto avremo, a seguire, un’uscita a luglio (AR 421) ed una ad agosto (AR 422), cosicché nella sostanza nulla cambia.

Eccoci quindi ad una nuova fase della resistenza collettiva alla diffusione del virus. Una fase più che mai delicata perché, al di là di tutte le leggi e di tutti i decreti possibili ed immaginabili, dobbiamo soprattutto e necessariamente fare appello al buonsenso di ciascun cittadino, affinché prenda sul serio la possibilità del contagio e dimostri adeguato rispetto per sé stesso e per il prossimo. Per molti è cosa del tutto naturale, altri invece sembrano più portati ad agire in modo poco responsabile. A costoro suggerisco affettuosamente e concretamente di dedicare più tempo all’ascolto della musica, una pratica che ha reso davvero più dolci e sopportabili anche i giorni del confinamento più duro. Sono convinto che in questo modo farebbero senz’altro del bene a sé e agli altri, ed avrebbero la concreta possibilità di diventare cittadini migliori. “Una musica può fare…”.

Tornando all’attuale fase 2 della resistenza collettiva alla diffusione del virus, è certo che prevede molte meno restrizioni alle attività quotidiane ma siamo ancora lontani da una totale libertà di movimento. Tuttavia il rischio pandemico ha reso e rende, tra l’altro, impossibile organizzare manifestazioni fieristiche. Le mostre programmate per la primavera e per l’estate sono state tutte rimandate a tempi migliori. In particolare sono stati sospesi eventi nazionali ed internazionali di notevole importanza per il nostro settore, a cominciare dall’High End di Monaco, ma anche il Gran Galà dell’Alta Fedeltà di Roma ed il Milano Hi-fidelity. Quest’ultimo è stato riprogrammato per il mese di ottobre, e ne siamo molto lieti, ma dovendo limitare gli assembramenti è difficile prevedere quali saranno le regole e le limitazioni a cui ci si dovrà attenere.

Nel frattempo le aziende dell’industria audio e video hanno comunque mandato avanti i propri programmi di sviluppo, realizzando nuovi ed interessanti prodotti che, da appassionati, ci piacerebbe senz’altro scoprire e conoscere.

A questo scopo il nostro gruppo editoriale, AudioVideoTeam, ha deciso di lanciare un’iniziativa straordinaria e del tutto innovativa in Italia per il nostro settore. Si tratta di una fiera virtuale, espressamente dedicata alla presentazione delle novità proposte dalle aziende del comparto audio e video, ma anche ai prodotti più interessanti offerti dal mercato.
Una fiera virtuale che avrà sede nei principali siti internet della nostra casa editrice, www.audioreview.it www.digitalvideoht.it e www.audiocarstereo.it ma che troverà ampio spazio anche nelle pagine delle nostre riviste, a cominciare da AUDIOreview.

Una fiera virtuale che abbiamo deciso di chiamare VirtualTopAudio, in onore della storica manifestazione fieristica che è ancora nel cuore di tanti appassionati.

L’evento in rete avrà inizio nel mese di giugno e si protrarrà per diverse settimane, con “sale espositive” comodamente visitabili da casa propria, ad ogni ora del giorno e della notte, con la possibilità di interagire con gli operatori che presidiano gli spazi, nonché con la possibilità di toccare con mano e di ascoltare i prodotti di maggiore interesse, nei luoghi deputati, che sono le sale d’ascolto dei negozi specializzati e le show room delle aziende, che si potranno visitare previo appuntamento, nel rispetto delle regole di sicurezza previste, consigliate e comunque imposte dalla situazione sanitaria.

Certo che l’iniziativa troverà il pieno consenso di tutti gli operatori del settore: produttori, importatori, distributori, specialisti hi-fi, non vedo l’ora di potervi incontrare non solo virtualmente nei nostri siti internet, ma anche nelle fiere reali che, speriamo bene, potranno svolgersi nel prossimo autunno.

Grazie a tutti per il sostegno alle riviste e al nostro lavoro.
Mauro Neri

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment