ACS AudioCarStereo 229

Ride like the wind

Lentamente il lockdown è stato allentato. Con prudenza, forse troppo poca… Tuttavia, la voglia di uscire, prendere aria, tornare a parlare con gli altri, in una parola, vivere, è stata più forte di ogni altra cosa. Non solo prendendo la bici, uscendo a passeggio con la famiglia o incontrandosi al parco con gli amici ma anche, e soprattutto, prendendo l’auto e tornando ad andare lontano, pur nel rispetto di quei limiti regionali che hanno fatto seguito alle prime riaperture.
Però non abbiamo smesso di pensare alla nostra musica. Magari qualcuno è riuscito a finire quel supporto, quella portiera a cui teneva tanto. Altri hanno acquistato componenti da far montare all’installatore, o hanno chiesto appuntamenti per “lavorare” quel particolare tanto a lungo meditato, con la convinzione di voler, qualche volta di dover, soddisfare le proprie passioni, la propria voglia di musica.
Senza frenesia, senza agitazione. Però nel mondo dell’hi-fi in auto c’è un certo fermento. Gli installatori sono tornati pian piano ad operare, seguendo anche più strettamente le regole che vogliono le officine riservate agli addetti ai lavori e le aree espositive e di vendita dedicate al pubblico. Però le agende si sono riempite ed i tempi per gli appuntamenti si stanno allungando. È difficile prevedere quanto questo possa essere una bolla dovuta alla chiusura e alla voglia di ricominciare. Tuttavia tutti i trend che abbiamo lasciato ad inizio anno, stanno tornando pian piano in auge…
Anche ACS, che ha dilatato i tempi delle uscite nel lockdown, è qui con qualche riflessione in più. In un mondo inevitabilmente segnato da un’esperienza che ha stravolto vite ed abitudini, abbiamo ancora più frenesia di parlare di musica e di auto, di sensazioni e di libertà. Vogliamo farlo con le nostre parole e con iniziative che viaggeranno, giorno dopo giorno, mese dopo mese, accanto alla rivista e che già da questo numero iniziano a vedere la luce.
ACS Point è la prima di esse. Nasce per rispondere a molte domande che ci vengono rivolte dai nostri lettori.
A chi spesso ci chiede “un installatore bravo della mia zona”, a chi ci chiede “ma dove posso trovare la rivista”, a chi ci chiede dove poter reperire un componente o avere un consiglio autorevole, la risposta è proprio legata agli ACS Point, centri di installazione di riferimento sul territorio dove il car audio nasce e si esprime al meglio.
Gli ACS Point saranno al centro delle nostre iniziative, che verranno presentate sulle pagine internet di audiocarstereo.it e sui nostri canali social già a partire da prima dell’estate. E, naturalmente, sulle pagine della rivista, che però accoglierà anche altre novità. La prima delle quali riguarda il mondo dei DSP, che andremo ad esplorare, nei prossimi mesi, con un livello di approfondimento tale da soddisfare le curiosità anche dei più appassionati.
Sulle stesse pagine, argomenti sempre più caldi, test sempre più approfonditi, vetture sempre più interessanti.
E un programma che non trova eguali in nessuna rivista del mondo. Ambiziosi? Sì, forse sì, ma se il lockdown ci ha tenuti fermi per un po’, la nostra grande passione per la musica e la tecnologia in auto è addirittura cresciuta. Tantissimo…
Abbiamo lasciato la nostra musica per troppo tempo in garage dietro ai finestrini chiusi. La ritroviamo con l’aria condizionata accesa, nell’auto pronta a portarci via. Lontano. Correndo, like the wind.

Rocco Patriarca

La rivista ACS AudioCarStereo è in vendita nelle edicole e in abbonamento oltre che negli ACS Point.

Author: Redazione

Share This Post On

Submit a Comment