AudioReview 405, gennaio 2019

Il numero di gennaio di AudioReview, già in distribuzione da oltre una settimana, ha in copertina gli innovativi diffusori KEF LSX. Compatti, versatilissimi e soprattutto bensonanti, fanno innamorare al primo ascolto e pur essendo stati immessi sul mercato solo da poche settimane si stanno già affermando come campioni di vendite. Si tratta di un condensato di tecnologia, stile e bel suono che risulta ben accolto anche dalle signore: “Questi sì che sono altoparlanti da tenere in casa” ha affermato la consorte del nostro recensore. Un prodotto particolarmente indicato per chi vuole sfruttare le tecnologie più attuali e non si accontenta di diffusori grandi.

Un richiamo con foto in copertina è riservato anche al Ming Da MC386-B150, il quale rappresenta lo stato dell’arte cinese in tema di amplificatori valvolari. Il numero degli audiofili che amano le valvole non è mai scemato, semmai tende ad aumentare, e quasi tutti da un amplificatore di questo tipo desiderano un suono di alto livello, il che è scontato a priori, una costruzione solida e una potenza che non ponga troppi vincoli alla scelta dei diffusori. Tutto questo sembra essere alla portata dell’amplificatore integrato Ming Da, oggetto di un’approfondita prova nelle pagine di AudioReview, che in ultima analisi si rivela decisamente competitivo con la pratica totalità dell’offerta di mercato.

Di grande interesse per gli appassionati del buon ascolto in cuffia è la “Clear” di Focal. Nomen omen dicevano i latini, infatti suona in modo davvero limpido e “clear”. Già detentrice del titolo di “High-End Headphone 2018-2019” attribuito dall’EISA (Expert Image & Sound Association), si pone a metà strada tra il modello Elear, provato su AR n.387, e il top di gamma Utopia. Una cuffia di qualità stellare che punta ad emergere come riferimento in un segmento di mercato che si fa sempre più affollato. Nelle pagine di AudioReview di gennaio la recensione completa di misure e prove d’ascolto.

Sempre in copertina c’è un richiamo al diffusore attivo Klipsch The Sixes, componente della linea Heritage. Di diffusori da stand con tutti gli ingressi digitali possibili, fino a 24/192, ne abbiamo incontrati diversi. Ma con un ingresso analogico RIAA per fonorivelatori a magnete mobile non era mai capitato. Due amplificatori da 100 watt per via e due buoni altoparlanti completano il quadro, col “mestiere” e l’esperienza del costruttore. La serie Heritage, quella che riprende, sempre in meglio, tutte le glorie del marchio sta pian piano diventando wireless, senza connessioni per i cavi e senza la necessità di elettroniche di potenza. Probabilmente si tratta della tendenza futura dei diffusori acustici…

Completa i richiami in copertina la prima sezione dell’AudioGuida 2019 con “tutti i fonorivelatori”. Ovvero, la panoramica completa dei modelli ufficialmente distribuiti sul mercato italiano. Si tratta di oltre 400 prodotti che presentiamo con foto, caratteristiche tecniche e prezzo. Sempre molto interessante è l’introduzione dal titolo “Elogio della testina” a firma di Marco Benedetti. Da notare, nella foto in copertina, il fonorivelatore a bobina mobile modello SL della nipponica Hana, un marchio in forte sviluppo benché abbia in catalogo solo quattro modelli di fonorivelatori prodotti in Giappone dalla Excel Sound Corporation, un nome che gli appassionati di audio più esperti conoscono fin dagli anni ’70 per la sua produzione di testine a magnete mobile.

Ma come sempre la rivista è ben più ricca di recensioni, articoli tecnici e prove di prodotti audio stereo e per il cinema in casa.

Buona lettura e bon ascolto!

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment