AudioReview 431

Copertina AudioReview 431 maggio 2021 –

La rivista è in distribuzione nelle edicole da un paio di settimane, è quindi con un ritardo record che ne illustro gli articoli salienti in questo spazio, ritardo ben motivato ma contano i fatti e meno male che avevamo già pubblicato il sommario, l’editoriale e la copertina dove spicca un bel registratore a bobine Studer A810 con in primo piano il nastro “Lucio Dalla” nell’edizione Sony Music Legacy Master Tapes. L’intero editoriale è dedicato all’esperienza d’ascolto che mi ha fatto rivivere le sensazioni dello studio di registrazione. Un’esperienza eccezionale che potete leggere anche nell’apposito articolo redatto da Andrea Allegri: “Cosa sarà… Che ci fa cercare il suono perfetto!

Il massimo dell’audio analogico, rappresentato dal registratore a bobine, è affiancato in copertina da un prodotto audio digitale di grande pregio, ossia il convertitore digitale/analogico e streamer di rete MA3 della canadese Meitner Audio. Si tratta del primo componente di una nuova generazione che unisce la consolidata tecnologia dei DAC di Ed Meitner con le funzioni di streaming audio offerte dal raffinato lettore di rete EMM Labs NS1.

Convertitore D/A e streamer di rete Meitner MA3.

Gli altri apparecchi che hanno un richiamo con foto in copertina sono il giradischi Music Hall MMF-9.3 SE e i diffusori JBL Synthesis 4349 Studio Monitor, inoltre c’è un importante tributo allo scomparso Ken Ishiwata con la coppia lettore CD11 e amplificatore integrato A11 che Rotel ha realizzato con la sua collaborazione e definito “Tribute” in suo onore.

Sistema di altoparlanti a 2 vie JBL Synthesis 4349 Studio Monitor.

Il JBL 4349 Studio Monitor è un gran bel diffusore del marchio californiano che lascia ipotizzare alta dinamica e tenuta in potenza stupefacente. Un woofer da 30 cm e un driver a compressione da 38,5 mm con una tromba dal profilo molto particolare, studiato per massimizzarne le prestazioni. Quanta parte dell’esperienza maturata nell’audio professionale è trasferibile nell’alta fedeltà e quanto queste caratteristiche risultano piacevoli e fruibili nell’ascolto? La risposta è nella prova pubblicata su questo numero della rivista, dove scopriamo anche la particolarissima realizzazione del tweeter a doppia bobina e del crossover, che utilizza ben 37 componenti, un vero record per un sistema a 2 vie!

Il filtro crossover è assai complesso per un 2 vie e nella prova viene spiegato con dovizia.

“Ammetto che dopo aver rimosso il woofer, quando all’interno si è intravista la scheda del crossover sono rimasto abbastanza perplesso, intuendo che avrei dovuto mettere nel conto almeno due ore per rilevarne lo schema elettrico, per capirne la logica e quindi poter fornire spiegazioni ragionevoli e comprensibili…”

Giradischi Music Hall Music Hall MMF-9.3 SE.

Il Music Hall mmf-9.3 SE è una “macchina da vinili” full optional, dotata di braccio in carbonio e di testina a bobina mobile che ne esaltano le prestazioni. Giradischi pronto all’uso alto di gamma (gli anglofoni indicano questa dote come “plug & play”), offre una risoluzione sonora molto elevata, pur mantenendo una notevole naturalezza nel porgere il messaggio musicale.

Amplificatore integrato Rotel A11 Tribute e lettore CD11 Tribute.

Il tocco del maestro Ken Ishiwata ha conferito un pizzico di musicalità in più a due già validi apparecchi dal prezzo molto popolare e dalle già buone prestazioni, la cui nuova versione costituisce un tributo alla memoria di questo protagonista della storia dell’alta fedeltà, spentosi nel novembre del 2019.

Yamaha RX-A2A, sintoamplificatore integrato 7.2 canali.

La linea Aventage di Yamaha propone come nuovo modello per il 2021 l’RX-A2A, un sintoamplificatore dotato di ben tre ingressi (e un’uscita) HDMI 2.1, permette di decodificare i segnali audio a oggetti di Dolby Atmos e DTS:X, ha due uscite subwoofer e due delle sette uscite di potenza sono configurabili per i canali di altezza. L’attenzione, oltre che al mondo digitale grazie al DAC integrato, è rivolta anche agli amanti – vecchi e nuovi – del suono analogico del “disco nero”, con un ingresso dedicato. In una fase successiva arriveranno i modelli A4A, A6A e A8A a completare la gamma.

Ortofon 2M Black LVB 250, fonorivelatore a magnete mobile.

La rivincita delle MM: una testina speciale, a magnete mobile, celebra degnamente il 250° anniversario della nascita di Ludwig van Beethoven. Raffinata e dinamica, è in grado di competere ad alti livelli anche con molte moving coil.

Chiudo questa breve presentazione di AudioReview 431, va da sé che gli articoli sono assai più numerosi e vari di quelli illustrati in questo spazio. Ricordo in particolare l’ampia sezione musicale, dedicata alle novità discografiche in ogni forma, vinile, CD streaming, ma anche alle produzioni storiche da collezionare. C’è poi la parte dedicata agli autocostruttori, che come ben sanno trovano materiale di grande interesse su ogni numero di AudioReview, tanto che non serve fare una pubblicazione specifica. In questo caso, per esempio, si presenta la realizzazione di uno stadio fono con deenfasi RIAA di tipo LCR a cura di Walter Gentilucci, mentre Giovanni Bianchi presenta il suo preamplificatore GB2021, con equalizzazione RIAA attiva, commisurata alle reali necessità dei dischi in vinile. C’è poi la prova di un “componente che non esisteva”, ovvero un crossover elettronico analogico a 3 vie prodotto da Marco Manunta, ovvero l’M2Tech Mitchell. Insomma ce ne sono di articoli da cui trarre spunto e imparare.

Crossover elettronico analogico M2Tech Mitchell

Come sempre, buona lettura e buoni ascolti!

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment