AudioReview 410 giugno 2019

 

AudioReview 410 maggio 2019

Il tema principale della copertina è spiegato in questo stesso sito nell’EDITORIALE che invito a leggere anche per maggiori dettagli sui due amplificatori Arcam SA10 ed SA20, il cui aspetto molto simile nasconde differenze sostanziali che ovviamente abbiamo esaminato a fondo e verificato nei nostri test. Lo stesso vale per l’originalissimo sistema di altoparlanti “Courante” della Bayz Audio, un prodotto dal costo di un immobile, composto da una scocca in fibra di carbonio, rigida e leggera, che accoglie uno strano tweeter omnidirezionale e due midwoofer che irradiano anch’essi a 360 gradi. Il diffusore, in realtà, cela al suo interno qualche soluzione più sofisticata di cui abbiamo carpito i segreti con test appropriati.

Ma tanto per ricordare che l’audio hifi è fatto anche di oggetti piccoli e di costo abbordabile, ecco in copertina il Limetree Network della Lindemann, uno scrigno che racchiude un lettore/streamer di rete, un convertitore digitale/analogico ed un amplificatore per cuffie. Niente tasti, niente display ma con l’ottima idea di poter convertire tutto in DSD per una resa musicale più… analogica?!

Un richiamo in copertina anche per il fonorivelatore Ikeda 9TT: un oggetto piccolo ma tutt’altro che alla portata di chiunque giacché il suo prezzo di listino è appena sotto i 4 mila euro (€3.990,00), ma gli appassionati di audio analogico non pongono freni alla loro passione, che evidentemente li ripaga con soddisfazioni altrimenti irraggiungibili …

In copertina abbiamo dato spazio anche all’Ambeo Soundbar, uno sbalorditivo sistema a 13 altoparlanti da porre sotto qualsiasi televisore a grande schermo per dotarlo di un audio adeguato. Questo prodotto segna l’esordio in grande stile, nell’audio per il cinema domestico, del marchio Sennheiser, azienda tedesca ultra settantenne che i nostri lettori ben conoscono in quanto già affermatissima nell’audio professionale e mobile grazie alle sue eccellenti cuffie e microfoni.

Un piccolo richiamo in copertina anche per l’articolo dedicato al “Mastering”, un argomento molto importante che ci ricorda come l’alta fedeltà della riproduzione musicale abbia inizio nello studio di registrazione. In questo caso, la disponibilità di nuovi strumenti hardware e software dedicati al mastering ci offre l’opportunità di ritornare su un argomento fondamentale per capire come funziona e apprezzare meglio ciò che ascoltiamo con il nostro impianto. Infatti i pregi (o i difetti) della musica che amiamo ascoltare sono dovuti in larga parte proprio a questo passaggio. In questo articolo Stefano Isola ci ricorda la funzione del mastering, gli interventi adottati e ci presenta anche un esempio di strumentazione digitale per il mastering: l’iZotope Ozone 8.

Oltre agli importantissimi articoli tecnici dedicati alle problematiche dell’impiego di un subwoofer ed alla sua integrazione nell’impianto e alla progettazione di un diffusore in linea di trasmissione dei quali si parla nell’EDITORIALE, l’elenco completo delle altre recensioni di prodotti (cuffie, giradischi, preampli, sistemi di altoparlanti, TV, …) sono riportate nel SOMMARIO, così come i reportage (Monaco High End), una interessante intervista a Patrizio Fariselli, il mitico tastierista degli Area, le immancabili recensioni delle più importanti produzioni discografiche del momento, l’ormai consueta rubrica dedicata ai collezionisti con i dischi della Mercury Living.

Insomma, un numero molto ricco, da leggere come sempre con attenzione e da collezionare …

Buona lettura e buona ascolto

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment