Editoriale AudioReview 429

Editoriale AudioReview 429 marzo 2021 –

La realizzazione del sogno audiofilo

La notizia è di quelle epocali per il nostro settore e merita di essere data subito e con adeguato risalto: quante volte abbiamo fantasticato di poter ascoltare i master originali della registrazione di un album musicale a cui teniamo molto e che conosciamo solo attraverso le stampe su disco, quindi con i limiti tecnici che queste inevitabilmente comportano? Il sogno audiofilo per eccellenza non è forse quello di accedere alla fonte originale del disco stesso, ovvero a quelle registrazioni master che costituiscono il riferimento assoluto della riproduzione musicale ad alta fedeltà? Ebbene, Sony Music ha deciso di soddisfare questo desiderio e di permettere non solo di ascoltare ma di possedere una copia dei nastri originali dai quali sono stati ricavati i dischi. Eliminando quindi lavorazioni e passaggi successivi che, per quanto accurate, limitano e degradano la qualità del suono. Niente compressioni dinamiche, niente equalizzazioni di pre-enfasi e de-enfasi RIAA, insomma, la musica così come l’artista ha voluto e i tecnici del suono hanno con lui realizzato.

Tutto questo oggi è possibile:

Sony Music apre i suoi straordinari archivi musicali e per la prima volta mette a disposizione del pubblico i master originali dei dischi che hanno fatto la storia della musica italiana: Battisti, Baglioni, Battiato, Dalla, De Gregori, De Andrè, Venditti, PFM, BMS, Area. Pezzi unici delle opere acquistabili on demand, nell’insuperabile qualità delle registrazioni analogiche originali, per tutti gli appassionati di musica,collezionisti e audiofili

Così recita il comunicato stampa che ho sotto gli occhi e al quale io stesso stento a credere: la realizzazione del sogno audiofilo!

Le maggiori opere degli artisti che hanno fatto la storia della musica italiana sono rese disponibili nella più alta qualità possibile, quella delle registrazioni analogiche originali. Si tratta della collana Legacy Master Tapes che Sony Music mette a disposizione in pezzi unici prodotti esclusivamente su richiesta ed ordinabili sul sito della major all’indirizzo

https://store.sonymusic.it/categoria/musica/master-tapes/

Il comunicato stampa prosegue:

Un prodotto dedicato a tutti gli appassionati e agli audiofili più esigenti, che rispecchia fedelmente le sonorità, i colori e le emozioni concepite dall’artista all’epoca della realizzazione dell’opera originale.

La prima serie di Legacy Master Tapes è composta da undici storici titoli: Lucio Battisti (Il mio canto libero), Claudio Baglioni (Sabato pomeriggio), Franco Battiato (Fetus), Edoardo Bennato (La torre di Babele), Lucio Dalla (Lucio Dalla), Francesco De Gregori (Viva l’Italia), Fabrizio De Andrè (Storia di un impiegato), Antonello Venditti (Lilly), Premiata Forneria Marconi (Storia di un minuto), Banco del Mutuo Soccorso (Banco del Mutuo Soccorso), Area (Crac).”

In merito al procedimento tecnico per la realizzazione dei nastri, sappiamo che il lavoro è stato affidato agli specialisti della Analogplanet s.r.l. di Berenguardo (Pavia), un centro di riferimento assoluto per la messa a punto, restauro e adattamento custom di registratori professionali e semipro. I nastri master a due piste delle varie opere sono stati riprodotti utilizzando un registratore Studer A820 MKII equipaggiato con testine Butterfly ad azimuth variabile e schede di uscita Trafoless, senza interporre nessuno stadio intermedio di elaborazione. I livelli di magnetizzazione del nastro registrato sono stati mantenuti invariati rispetto a quelli utilizzati all’epoca per il master originale. Non sono stati inseriti controlli di gain nella catena audio e non sono state effettuate modifiche al segnale di alcun genere, come riduzione di rumore o equalizzazioni, in modo da preservare la sonorità originale dell’opera.

Il prezzo, 450€ a nastro, è l’ultimo dei problemi poiché prima di tutto occorre possedere un registratore a bobine a 2 tracce, perfettamente funzionante alla velocità di 38 cm/s, sarà quindi l’occasione per molti di rispolverare le proprie macchine e godersi la realizzazione di un sogno.

Per il mese prossimo cercheremo di approfondire l’argomento, magari con interviste dirette ai protagonisti. Ora, godiamoci questo nuovo numero di AUDIOREVIEW.

Author: Mauro Neri

Share This Post On

Submit a Comment