Audio Review 377, luglio 2016

I-Copertina-AR377

Copertina estiva per il numero di luglio 2016, dove lo scenario di limpide acque su un assolato fondale evoca il piacere di immergersi nel mare… della musica.

Come il mare anche la musica consente immersioni ritempranti, e non solo in estate ma in ogni momento dell’anno. Tuttavia l’estate è il periodo in cui molti trovano finalmente il tempo da dedicare anche all’ascolto della musica, con i benefici che ne conseguono.

Musica che si auspica nelle sue forme migliori, a partire dai numerosi concerti offerti dalla stagione estiva fino alla meravigliosa possibilità di ascoltare e riascoltare senza fine la musica riprodotta da idonei impianti ad alta fedeltà. Parlando di musica riprodotta ci si aspetta che sia pura e limpida non meno del mare, piuttosto che inquinata da sgradevoli distorsioni e alterazioni.

Per noi che ci occupiamo di audio ad alta fedeltà, è normale presentare sulla copertina di Audio Review alcune delle macchine da musica più affascinanti del momento e che abbiamo selezionato per i nostri test.

Tra queste spicca il preamplificatore Reference Phono 3, edizione rinnovata di un prodotto di lunga tradizione del marchio americano Audio Research, capace di una musicalità reputata tra le più raffinate al mondo. Le differenze rispetto alla versione precedente sono evidenti dal punto di vista estetico, ma anche quelle circuitali, come dimostrano i nostri test di laboratorio e le prove d’ascolto.

Un altro prodotto di riferimento, questa volta di produzione inglese, è il sistema di altoparlanti Reference 3 di Kef, altro marchio di lunga tradizione e chiara fama di eccellente musicalità. Anche in questo caso i risultati delle misure e delle prove d’ascolto hanno evidenziato tutti i meriti di un sistema di altoparlanti che costituisce un ulteriore affinamento di una linea di prodotti che hanno fatto (e continuano a fare) la storia dell’alta fedeltà. Da notare che parte del solidissimo mobile (lo speciale pannello frontale in metallo, con lunghi bulloni passanti avvitati dal retro) è costruito in Italia.

A dispetto del nome anglofono, l’Audia Flight Three S è invece un amplificatore integrato interamente progettato e costruito in Italia. Edizione rinnovata dell’FL Three recensito qualche anno fa sulle pagine di Audio Review, la nuova versione in prova è completa dei moduli aggiuntivi DAC e Phono.

Di produzione giapponese è invece la cuffia Sonorous VIII del celebrato marchio nipponico Final Audio Design. Costruzione impeccabile, materiali pregiati e prezzo al top sono gli ingredienti principali di un prodotto che mira ad un ruolo da protagonista nel panorama delle cuffie di alto pregio.

Di origine nipponica è anche il noto marchio Onkyo, il cui amplificatore integrato TX-NR656, pur appartenendo alla fascia bassa della sua produzione, merita spazio in copertina per la sue buone prestazioni e la grande versatilità, tali da rendere il cinema in casa “alla portata di tutti”.

In copertina anche i diffusori KingSound Prince III, sistema d’altoparlanti a due vie che utilizza esclusivi pannelli elettrostatici di produzione cinese (Hong Kong) e promette “La magia del suono elettrostatico” ad un prezzo umano.

Come sempre, la rivista offre molti altri articoli che spaziano su un’ampia varietà di argomenti, affinché ciascuno possa trovare qualcosa di proprio interesse: dall’audio analogico (giradischi Thorens TD 203 e EAT C-Sharp con testina Ortofon Quintet Black), al digitale più spinto (DAC modulare Belcanto e.One a 4 unità) o più abbordabile (Pro-Ject DAC Box DS2 Ultra); dai reportage (High End di Monaco, visita alle fabbriche italiane di Mastersound, Pathos, Synthesis) alle interviste (Daniele Silvestri); prove d’ascolto di prodotti innovativi (Dynaudio Xeo 2) e di mitici apparecchi vintage (dai maestosi diffusori Klipsch La Scala ai minuscoli KEF LS3/5a Raymond Cook Limited Edition); smart TV 4K HDR (Sony KD55X8599), elettroniche da autocostruire (preamplificatore valvolare per due microfoni e pre “The Mini” con cui Sarat Sena Dissanayake e Matteo Balice svelano “i segreti di un preamplificatore high-end). Non mancano i prodotti per l’audio in auto: dal subwoofer passivo sottosedile Macrom (99 euro!)  all’amplificatore Ground Zero Reference 4 Pure, autentico high-end per auto (3.500 euro), ma anche installazioni esemplari e poi tanta musica, con le recensioni delle 100 novità discografiche di rilievo ripartite per genere musicale.

Per i dettagli si rimanda alla lettura del sommario o, meglio ancora, sfogliare la rivista andando in visita all’edicolante più vicino. A proposito, chi avesse difficoltà a reperirla non esiti a contattarci: ogni edicola è individuata da un codice specifico da chiedere all’edicolante stesso, non è un segreto, e provvederemo a farlo rifornire.

Buona lettura e tanta buona musica.

Autore: Mauro Neri

Condividi questo post su

Pubblica un commento